I Pilastri Della Persona

In questi giorni sono parecchio sconfortato dalla crisi depressiva, ci sono due cose che occupano i miei pensieri: la lite con un amico e con una amica.

Quando si attivano le reazioni di umiliazione e di imbarazzo le mie reazioni sono spropositate e faccio casini, non gestisco queste emozioni e inoltre non riesco a tenere testa alle persone che frequento.

Ho cercato di capire perchè, la spiegazione che mi sono dato è che non potendo contare sul mio vissuto che viene perso fa mancare in me i pilastri della persona, questi pilastri sono irrecuperabili e sarò sempre una persona senza la consistenza di personalità, in pratica sarò sempre una persona priva di fondamenta.

Oltretutto la limitata presenza causata da una limitata memoria di lavoro in concetto astratto limita la mia immaginazione e il mio intelletto causando una cattivo funzionamento della memoria anche a lungo termine, in pratica se sono pochi i neuroni che si attivano a breve termine i segnali che si attivano sono pochi anche nella memoria a lungo termine limitando le risposte agli eventi facendo salite sentimenti di ansia e di incapacità.

Non so che prospettive avere per il futuro ma quando ci penso vorrei chiudermi in una caverna e stare li senza vivere e uscire…

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento