Scenario Memoria In Compagnia Di Amici

isolamentoSto iniziando ad esaminare i vari scenari che provoca il deficit della memoria anterograda e se si pone l’attenzione sul presente è possibile fare una analisi precisa e che spesso sfugge a molte persone fino a me stesso.

molte volte ho lamentato che ero sempre muto e in silenzio e che in compagnia non ero mai presente e mi distraevo, ma come accade questa distrazione e che conseguenze ha la distrazione che si verifica in compagnia?

Se si impara a conoscere il deficit della memoria anterograda si impara anche che quando ad esempio ascoltiamo una persona, poi dopo si inserisce un’altra persona e dopo un altra quello che era rimasto della persona che avevo ascoltato prima non è rimasto nulla e lo spazio di memoria automatica che mi permette di ascoltare una persona è già stato riempito da quella che ha parlato dopo perdendo l’informazione precedente, in pratica quello che aveva detto la persona precedente.

Non legano più i discorsi e le opinioni o le cavolate che si dicono in compagnia si sviluppa un sentimento di disorientamento, questo disorientamento è provocato dalla non comprensione di quello che accade il quel momento ed entra in azione il pensiero che va a occupare lo spazio della parte associativa impedendo una percezione del presente e di quello che accade.

Il pensiero va a occupare quelle aree associative che quando non penso funzionano gli automatismi, la percezione è istintiva e immediata automatica, ma quando si inserisce la riflessione o il pensiero va a impegnare i neuroni che sono usati per associare gli stimoli esterni isolandomi dall’esterno, in questa maniera si rimane sempre all’oscuro di quello che accade o mi accade.

Il sentimento di disorientamento e di solitudine che è la conseguenza diretta di questi processi è quello che vivo, ma spesso chi lo vive non conosce cosa gli accade e perchè io credo di avere fatto un salto nell’interpretazione e nella ricerca di comprensione del fenomeno che crea isolamento e solitudine, tutto questo ha delle basi neurologiche e sto imparando a conoscerle e più le conosco e meno sono spaventato da questi accadimenti che mi isolano e mi estraniano da quello che mi accade e quello che vivo.

 

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento