Il Tentato elettroshock

elettroschockAnno 1991 e militare si avvicinava, io visto la forte devastazione che avevo e il peggioramento del mio umore e del mio stato di salute psichico leggevo sulle enciclopedie quello che aveva a che fare con depressione o cose del genere.

mi sembra gennaio 1991 andai al fiume e provai ad attaccare un tubo di gomma alla marmitta della vettura e portai l’altro capo all’interno dell’abitacolo ma il fumo non rimaneva in auto e io rinunciai al suicidio.

Rifeci quelle letture sulle enciclopedie, non mi ricordo ma ero finito con la convinzione di essere oligofrenico e depresso leggendo anche che l’elettroshock dava ottimi risultati e cera il modo anche per farlo.

In quello stato ero partito per militare e durante le licenze iniziavo a meditare come fare l’elettroshock.

andai da un produttore di trasformatori e mi feci consegnare un variatore di tensione e un trasformatore di isolamento, presi poi dell’alluminio da cucina ci feci degli elettrodi, i fili li avevo presi in officina da mio padre, ero andato prima dal barbiere a rasarmi e facevo scorrere in me della tensione alternata dai lobi temporali a 15v. arrivai a 24v ma la scossa mi fece spaventare e fermai tutto.

Non mi ero avvicinato minimamente a quello che avevo in mente di fare e marcai visita a militare, per me andare a morire e finire i miei giorni in un manicomio era la cosa più ovvia e più logica, avevo esaurito ogni risorsa e ogni speranza, il medico di guardia medica militare scrisse crisi ipocondriaca io invece ero devastato e non sapevo perchè.

Mi riformarono quasi subito e presto arrivò il congedo, iniziai a prendere dei farmaci antipsicotici e ricostituenti, quello che mi curava mi diceva che i miei pensieri andavano troppo veloci, io vista la situazione mi ero riscritto a scuola e cercai di finire quello che non avevo finito, l’idea era di diventare quel genio che avevo sempre desiderato e di riuscire a trovare una cura per la mia malattia.

A volte questa idea svanisce ma molte volte riemerge e mi fa fare dei passi che non sono da tutti credo ma non sono ancora sufficienti.

dopo 3 mesi che avevo iniziato le cure e dopo avere accertato che non avevo lesioni celebrali il neurologo che mi seguiva morì e io ero perso di nuovo senza sapere dove andare…

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento